http://www.hotelcaracciolo.com/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/747853home01.jpg http://www.hotelcaracciolo.com/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/901038home02.jpg http://www.hotelcaracciolo.com/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/157645home03.jpg http://www.hotelcaracciolo.com/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/868647home04.jpg http://www.hotelcaracciolo.com/components/com_gk2_photoslide/images/thumbm/634505home05.jpg

Prenota Ora

Offerte

Offerta Speciale Business- Hotel Caracciolo Roma

dal 01 gennaio 2013 al 31 dicembre 2014

Offerta speciale gruppi

L’Hotel Caracciolo è l’ideale per chi vuole organizzare  a Roma meeting d’affari, per un convegno Presso l’Universita’ Sapienza o per una ...

Leggi tutto

Tutte le stagioni - Hotel Caracciolo Roma

autunno, inverno, primavera, estate..... 

 Offerta tutte le stagioni

l'Hotel Caracciolo propone delle offerte speciali valide tutto l’anno con molteplici promozioni per ogni periodo per venire incontro alle ...

Leggi tutto

Seguici su

Facebook

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle ultime offerte, promozioni ed eventi.

Name:

Inserisci la tua E mail

Contattaci

Via Cairoli 86/88
00185 Rome, Italy

 

Phone  :+39 06 4462983
Fax     : +39 06 4440102
Email  : info@hotelcaracciolo.com

Trip Advisor

Eventi a Roma

Da Guercino a Caravaggio

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Da Guercino a Caravaggio, mostra a Palazzo Barberini

Da Guercino a Caravaggio, mostra a Palazzo Barberini

Dal 26 settembre aprirà le porte a Palazzo Barberini la straordinaria mostra che Sir Denis Mahon aveva desiderato per il suo centesimo compleanno, che si terrà proprio durante il periodo più intenso delle attività del Semestre Europeo a Presidenza Italiana, grazie alla Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Roma, diretta da Daniela Porro, realizzata dalla società Beni Culturali e con il sostegno di The Sir Denis Mahon Charitable Trust, a cura di Anna Coliva, direttrice della Galleria Borghese, da Sergey Androsov, dell'Hermitage Museum e da Mina Gregori.

Sir Denis Mahon dedicò la vita al Barocco italiano, le sue scoperte e i suoi studi sulla bellezza della pittura bolognese alle soglie del Seicento, portarono alla luce eccezionali artisti come Guercino, fino ad allora pittore non riconosciuto nella sua grandezza.
Il percorso espositivo ci mostrerà oltre 45 capolavori assoluti: alcuni appartenuti alla sua collezione, insieme alle opere di Poussin, Guercino, Carracci e Caravaggio provenienti dall'Hermitage Museum di San Pietroburgo e da altre raccolte pubbliche che generosamente hanno contribuito alla eccezionale ricchezza di questa esposizione

Potrebbe interessarti:http://www.romatoday.it/eventi/mostre/guercino-caravaggio-roma.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

   

Bimillenario di Augusto

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Dal 15/09/2014 Al 20/12/2014

Roma, tre mesi di visite guidate gratuite nei luoghi di Augusto

Tre mesi di visite guidate sulle orme del primo Imperatore romano. Proseguono le iniziative di Roma Capitale per celebrare il Bimillenario della morte di Augusto, avvenuta il 19 agosto del 14 d.C. a Nola.

Per l'occasione la Sovrintendenza Capitolina ha messo a disposizione di turisti e romani un pacchetto di visite guidate gratuite per ripercorrere i luoghi dell'Imperatore, dall'Area Archeologica del Teatro Marcello al Portico di Ottavia.

Solo per l’Auditorium di Mecenate è necessario il biglietto d’ingresso (intero € 5; ridotto € 4 per i residenti a Roma; gratuito per gli under 18 ed over 65 solo se residenti a Roma).

Le visite guidate gratuite sono a cura dei funzionari della Sovrintendenza Capitolina. La prenotazione è obbligatoria, allo 060608. Solo per le visite al Mausoleo di Augusto max. 30 persone.





   

Henri Cartier-Bresson

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

26/09/14 – 25/01/15

A dieci anni esatti dalla morte di Henri Cartier-Bresson il museo dell’Ara Pacis ospita dal 26 settembre 2014 al 25 gennaio 2015 la mostra retrospettiva “Henri Cartier-Bresson”  a cura di Clément Chéroux.

A volte mi chiedono: ‘Qual è la foto che preferisci tra quelle che hai realizzato?’. Non saprei, non mi interessa. Mi interessa di più la mia prossima fotografia, o il prossimo luogo che visiterò.” Henri Cartier-Bresson (Vedere è tutto, Contrasto)

 

ROMA- E’ qualcosa che non ti aspetti la mostra retrospettiva “Henri Cartier-Bresson” a cura di Clément Chéroux, storico della fotografia e curatore presso il Centre Pompidou di Parigi. Avete tempo fino al 25 gennaio 2015. Dove? Presso il Museo dell’Ara Pacis. Il genio per la composizione, la straordinaria intuizione visiva, la capacità di cogliere al volo i momenti più fugaci come i più insignificanti, fanno di Henri Cartier-Bresson (1908 – 2004) uno dei più grandi fotografi del ventesimo secolo. Nel corso della sua lunga carriera, percorrendo il mondo e posando lo sguardo sui grandi momenti della storia, Cartier-Bresson è riuscito a unire alla potenza della testimonianza la poesia. Questa retrospettiva ripercorre cronologicamente il suo percorso, con l’ambizione di mostrare che non c’è stato un solo Cartier-Bresson, ma diversi. La mostra propone, infatti, una nuova lettura dell’immenso corpus d’immagini di Cartier-Bresson, coprendo l’intera vita professionale del fotografo. Saranno esposti oltre 500 opere tra fotografie, disegni, dipinti, film e documenti, riunendo le più importanti icone ma anche le immagini meno conosciute del grande maestro: 350 stampe vintage d’epoca, 100 documenti tra cui quotidiani, ritagli di giornali, riviste, libri manoscritti, film,  dipinti e  disegni. L’itinerario espositivo offre una doppia visione: rintraccia la storia dei lavori di Cartier-Bresson, per mostrare l’evoluzione del suo cammino artistico in tutta la sua complessità e varietà, e, al tempo stesso, raccoglie e ”rappresenta” la storia del Ventesimo secolo attraverso il suo sguardo di fotografo. Dal Surrealismo alla Guerra Fredda, dalla Guerra Civile Spagnola alla seconda Guerra Mondiale e alla decolonizzazione, Cartier-Bresson è stato uno dei grandi testimoni della nostra storia; “l’occhio del secolo”, come giustamente è stato definito.

   

Pagina 1 di 3